Sul ponte di Perati

Sul ponte di Perati è un canto alpino della Brigata alpina “Julia” che nel 1940 fu impegnata in Grecia.

Il testo è tratto da un canto alpino della prima guerra mondiale, sostituendo al Ponte di Bassano quello di Perati (Perat in Albania). Successivamente, la melodia è stata riutilizzata da Nuto Revelli, alpino reduce dal fronte russo, per comporre Pietà l’è morta, uno dei più noti canti partigiani.

Testo:

Sul ponte di Perati
bandiera nera:
l’è il lutto degli Alpini
che va a la guera.

L’é il lutto della Julia
che va a la guera
la meglio zoventù
che va sot’tera.

Sull’ultimo vagone
l’è l’amor mio
col fazzoletto in mano
mi dà l’addio.

Col fazzoletto in mano
mi salutava
e con la bocca i baci
la mi mandava.

Queli che son partiti
non son tornati
sui monti della Grecia
sono restati.

Sui monti della Grecia
c’è la Vojussa
del sangue degli Alpini
s’è fatta rossa.

Un coro di fantasmi
vien zo dai monti:
l’è il coro de li Alpini
che son morti.

Gli Alpini fan la storia,
la storia vera:
l’han scritta con il sangue
e la penna nera.

Alpini della Julia
in alto i cuori:
sul ponte di Perati
c’è il tricolore!