Monte Tombea

5400

Il Monte Tombea (detto anche Gaza) è una montagna delle Prealpi Bresciane e Gardesane alta 1950 m. Fa parte del gruppo montuoso che a sud del lago di Ledro si estende tra il lago d’Idro e il lago di Garda ed è composto da ovest a est dal Cingolo Rosso e monte Cingla, Bocca di Val, Bus del Gat, Cortina, Bocca di Cablone, Dosso delle Saette, Cima Tombea, monte Caplone, Bocche di Lorina, Cima del Fratone, Dosso della Fame, Cima del Levrer, monte Lavino, monte Tremalzo, Cima Tuflungo, monte Nota con passo Nota e monte Carone. Lungo la cresta e compresa la Val Vestino (passata nel 1934 dal Trentino alla Lombardia) corre il confine fra il Trentino e la Lombardia, una volta confine di Stato fra Italia e Austria, superato dai Garibaldini nella campagna del 1866, che si concluse con la battaglia di Bezzecca e il telegramma «Obbedisco». Il confine venne definitivamente passato nel 1915 all’entrata in guerra dell’Italia nel primo conflitto mondiale.

L’origine del nome è completamente sconosciuta e secondo l’etimologia popolare o l’ipotesi avanzata da alcuni ricercatori prenderebbe il nome dagli accumuli di terreno presenti sulla sua sommità, nella Piana degli Stor, che appaiono alla vista appunto come delle tombe, col significato quindi di monte delle tombe. Per altri invece l’etimologia è fuorviante poiché il toponimo sarebbe comune a quello della Valle delle Tombe nel comune di Vigolo e Tomblone, siti ambedue nel bergamasco, o a quello più diffuso di Tombolo nel Veneto e deriverebbe dal latino “tumulus” o dal greco “tymba” col doppio significato di sepolcro, avello tomba e quello di terreno sopraelevato, tumulo o collina, quindi Tombea significherebbe monte-altura.

Anticamente, secondo quanto scrisse il prof. Bartolomeo Venturini di Magasa nella sua leggenda in sestine decasillabi: “Il monte Tombea”, era pure chiamato “Gaza”, ma non vi è riscontro in nessuna pubblicazione a carattere geografico. Il toponimo Gazza o Gaza è frequentemente riscontrabile nel nord Italia: esiste il monte Gazza nel comune di Molveno e di Recoaro Terme e altre svariate località. Gaza potrebbe derivare dalla voce cimbra “gias” che significa pascolo o dal longobardo “gas”, “gazzo”, “gajum”, “ga-gium”, o “gadlumche” che indica un bosco di proprietà collettiva in cui è bandito il taglio del legname.